Il difensore può visitare il proprio cliente a suo piacimento o ha bisogno di un’autorizzazione?

domande-colloquio

Ci siamo trasferiti! Per leggere l’articolo completo andare su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/05/26/difensore/

Capita spesso che le forze dell’ordine, al fine di creare una pressione psicologica in capo all’arrestato (come se la situazione oggettiva in cui si trova non bastasse), carichino un po’ troppo il tiro minacciando l’arrestato imponendogli divieti che non stanno nè in cielo nè in terra.

Mi è stato riferito da più clienti che, una volta che le forze dell’ordine fossero giunta a conoscenza del fatto che le loro “vittime” avevano un difensore che non li lasciava soli ma che qualora non ritenga la necessità li vada anche a trovare a casa, gli è stato addirittura detto che persino il difensore, per avere un colloquio con il proprio cliente, debba richiedere un autorizzazione al Giudice per le Indagini Preliminari (Giudice competentente per prendere decisioni in questa fase del procedimento).

Alla luce di ciò penso sia doveroso ricordare l’importanza dell’avvocato nei procedimento penali, ho infatti più volte ricordato il ruolo garantito dalla Costituzione in certi commissariati, con varie raccomandate.

……………………………………………………………

Ci siamo trasferiti!!!
per leggere l’articolo completo andare su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/05/26/difensore/

Pubblicato in procedura | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Mancata risposta al citofono: Non è ritenuto sufficiente al fine di commettere la violazione

citofono

 

Ci siamo trasferiti!!!
Leggi l’articolo completo su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/05/12/citofono/

Corte di Cassazione Sez. Sesta Pen. – Sent. del 16.09.2011, n. 34281

Fatto e diritto

1. Deve premettersi che nei confronti di A. A. accusato del reato di cui agli art. 73 e 80 dpr n. 309/90, per il quale aveva già riportato condanna in primo grado, era stata disposta, in data 2/9/2010, la sostituzione -ex art. 276 cod. proc. pen.- della misura cautelare degli arresti domiciliari a cui era sottoposto con quella più rigorosa della custodia in carcere, in quanto i Carabinieri addetti al controllo, recatisi presso la sua abitazione la notte del precedente 15 agosto, pur avendo ripetutamente bussato al citofono, non avevano ricevuto alcuna risposta e ne avevano dedotto l’arbitrario allontanamento dell’imputato dal luogo di restrizione domiciliare.

Ci siamo trasferiti!
Per leggere l’articolo completo andare su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/05/12/citofono/

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Importanza di tenere il provvedimento del Giudice

Ci siamo trasferiti!
Leggi l’articolo completo su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/05/05/provvedimento/

L’articolo di oggi si concentrerà su quello che ritengo un consiglio pratico, basilare, al quale però, purtroppo, non tutti pensano.

Come ho più volte detto nei miei articoli, l’unico vero testo a fare legge nei casi di un applicazione di una misura cautelare, è proprio il provvedimento del Giudice dal quale ne deriva l’applicazione della misura cautelare.

Nel 99% dei casi questo provvedimento ce lo ritroviamo a casa, essendo obbligata la cancelleria del Giudice a notificare il presente atto, che vieni quindi presentato dalla Polizia Giudiziara al momento dell’applicazione della misura cautelare.

Visto il momento in cui viene notificata, capita spesso che la persona sottoposta a misura cautelare, presa da un attimo di ira, la butti o la strappi o comunque si dimentichi dove l’abbia messa.
Questo non è un problema, quel documento può sempre essere richiesto in Tribunale. Ciò che conta è che una copia resti a casa ed ora spiegherò il perchè.

………………………………………….

Ci siamo trasferiti!!!
Leggere l’articolo completo su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/05/05/provvedimento/

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , | 2 commenti

Amnistia: prima una ogni due anni, ora tarda da 25.

download (1)

Ci siamo trasferiti!!!
Per leggere l’articolo completo andare su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/04/22/amnistia-due-anni-ora-tarda-25/

Prevista dall’art. 79 della Costituzione, l’Amnistia rappresenterebbe un forte impulso per la risoluzione dei problemi sul sovraffollamento dei carceri in Italia.

Nonostante i continui richiami (e le salate multi comminate) da parte dell’Unione Europea, in Italia si continua a prendere sotto gamba questa situazione, avvicinandoci lentamente verso l’ennesimo ultimatum dato dall’Unione Europea (28 maggio).

Proprio in vista di questo ultimatum, domani 23 aprile, il Ministro della Giustizia dott. Andrea Orlando, presenterà un intervento al fine di giungere ad una soluzione.

Paradossale il caso in cui l’Italia non predisponga alcuna riforma entro il termine stabilito dall’Unione Europea…vi sarà infatti una tanto minacciata multa…ma questa multa a carico di chi sarà? Dei parlamentari che non hanno svolto i loro compiti? O sarà l’ennesima multa messa a carico delle casse dello stato? Naturalmente la risposta è scontata.

Ci siamo trasferiti!!!
Per leggere l’articolo completo andate su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/04/22/amnistia-due-anni-ora-tarda-25/

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Ora d’aria non prevista agli Arresti Domiciliari

Ci siamo trasferiti!!!
Per leggere l’articolo completo andare su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/04/13/ora-daria/

 

Nell’articolo di oggi esaminerò un aspetto particolare della previsione legislativa, mostrando, ulteriormente, come ci siano delle divergenze illogiche sul trattamento previsto dalla legge tra un detenuto in carcere ed un indagato agli arresti domiciliari.

Come sappiamo, ai detenuti in carcere è permessa, o meglio, è garantita la così detta “ora d’aria” dall’art. 10 della Legge 26 luglio 1975 n. 354 “Norme sull’ordinamento penitenziario e sulla esecuzione delle misure privative e limitative della libertà” che recita:

Ai soggetti che non prestano lavoro all’aperto é consentito di permanere almeno per due ore al giorno all’aria aperta (cd. ora d’aria). Tale periodo di tempo può essere ridotto a non meno di un’ora al giorno soltanto per motivi eccezionali.

La permanenza all’aria aperta é effettuata in gruppi a meno che non ricorrano i casi indicati nell’ articolo 33 e nei numeri 4) e 5) dello articolo 39 ed é dedicata, se possibile, ad esercizi fisici.”

Vediamo come siano garantiti più che giustamente, ai detenuti almeno due ore al giorno di aria aperta. Sappiamo anche grazie a numerosi studi come sia necessario per l’essere umano lo stare sotto al sole, respirare aria fresca, svagarsi.

Ci siamo trasferiti!!!
Per leggere l’articolo completo andare su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/04/13/ora-daria/

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Arresti Domiciliari: Passeggiare nel cortile è possibile?

Ci siamo trasferiti!!!

Per leggere l’articolo completo andate su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/04/07/passeggiare-nel-cortile/

Frequente l’attribuzione degli arresti domiciliari chi vive all’interno di un palazzone, resta da capire se l’area comune del condominio, quindi pianerottoli, scale, terrazzi e qualora vi sia un cortile o giardinetto, sia utilizzabile dall’indagato agli arresti.

Vi è quindi la possibilità di passeggiare nel cortile ?

Ci siamo trasferiti!!!!
Per leggere l’articolo completo andate su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/04/07/passeggiare-nel-cortile/

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , | 1 commento

Lavorare agli arresti domiciliari, quando è possibile?

Ci siamo trasferiti!
Leggi l’articolo completo su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/04/01/lavorare-agli-arresti-domiciliari/

Sappiamo come sia possibile per l’arrestato ai domiciliari ottenere dei veri e propri permessi al fine di poter continuare a lavorare agli arresti domiciliari.
L’esperienza insegna però, che questi permessi non sempre vengano dati, capitando di frequente che il soggetto a cui venga negato questo diritto al lavoro si trovi nella condizione di non poter più andare a lavoro.
Qualora sia un lavoratore dipendente il soggetto correrà il rischio, purtroppo concreto, di perdere il lavoro…e tutto questo prima ancora che ci sia una sentenza di condanna!

Ricordo che ogni volta che parlo, e si parla in linguaggio tecnico (non giornalistico perchè molte volte si confondono), di “arresti domiciliari”, ci si riferisce alla misura cautelare coercitiva personale, quindi una limitazione della libertà che avviene durante il corso del processo, prima della sentenza di condanna.

Ci siamo trasferiti!!!
Leggi l’articolo completo su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/04/01/lavorare-agli-arresti-domiciliari/

Pubblicato in procedura | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Spaccia agli Arresti ed evade

Ci siamo trasferiti!!!
Per leggere l’articolo completo andare su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/03/31/spaccia-agli-arresti/

Una particolare vicenda è successa oggi nel bergamasco.

La storia, che di certo non può essere presa ad esempio, ha come protagonista N.F., cittadino albanese di 27 anni.

Il ragazzo in questione stava scontando gli arresti domiciliari presso la propria abitazione di Bergamo, in attesa dell’evolversi del processo a suo carico per spaccio di sostanze stupefacenti.

Evitando di giudicare, cosa che cerco sempre di fare, vi è da dire che il sopra citato ragazzo, non contento della situazione, avrebbe continuato noncurante a spacciare da casa, nonostante la situazione legale in cui versava non era affatto delle più rosee.

E fu così che gli agenti della squadra mobile di Bergamo, durante un controllo effettuato la mattina del 28 marzo, hanno trovato in camera da letto dell’indagato ben 50 grammi di cocaina, sostanze varie per il taglio, un bilancino di precisione e 1400 euro in contanti.

Ci siamo trasferiti!!!
Per leggere l’articolo completo andare su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/03/31/spaccia-agli-arresti/

 

Pubblicato in Cronaca | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Fuga dagli Arresti: Evasione

Ci siamo trasferiti!!!
Per leggere l’articolo completo andate su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/03/28/fuga-dagli-arresti/

Come si apprende dal sito della Polizia di Stato (http://www.poliziadistato.it/articolo/view/32680/) un tunisino di 42 anni è stato arrestato pochi giorni fa a Messina per non essere stato trovato nella propria abitazione durante il controllo di routine.

Ricordo che qualora un soggetto, destinatario di una misura cautelare degli Arresti Domiciliari, esca dalla propria abitazione senza permesso, dato che sarà ritenuta come una fuga dagli arresti…non si leverà semplicemente la misura cautelare (con conseguente trasferimento dell’individuo in carcere) ma si aprirà un ulteriore procedimento con il capo d’imputazione del reato di evasione.

Ci siamo trasferiti!!!
Per leggere l’articolo completo andare su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/03/28/fuga-dagli-arresti/

 

Pubblicato in Cronaca | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Rifiuto dei domiciliari…per paura delle donne!

suocera-1

Ci siamo trasferiti!
Leggi l’articolo completo su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/03/25/rifiuto-dei-domiciliari-paura-delle-donne/

Sono di oggi due diverse notizie che hanno un qualcosa in comune…la volontà dell’arrestato di restare in carcere rifiutando così gli arresti domiciliari!

Questo è quanto successo oggi nelle aule dei Tribunali di Lucca e di Treviso.

Il primo caso riguarda un Maghrebino di 27 anni, indiziato per una rapina avvenuta ai danni di una signora ad ottobre del 2013.

Il ragazzo avrebbe preferito la permanenza al carcere al posto di scontare gli arresti a casa della suocera, dopo che uno zio, destinazione a lui gradita, avrebbe rifiutato di accogliere il nipote.

Si è così proposta la suocera, di certo non aspettandosi un “no” così secco da parte del genero.

Il secondo caso riguarda invece un italiano di 38 anni, anche lui arrestato per essere indiziato in un processo avente ad oggetto una rapina.

Ci siamo trasferiti!
Leggi l’articolo completo su http://www.arresti-domiciliari.com/2014/03/25/rifiuto-dei-domiciliari-paura-delle-donne/

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , | Lascia un commento